Un prodotto Angelini

16/12/2020

Consigli

1 minuti

La febbre da 6 mesi in su

Scarica il nostro approfondimento dedicato a come gestire la febbre nei bambini dopo i 6 mesi di età

Mano a mano che il bimbo cresce, la febbre perde quel carattere di “urgenza” che deve essere invece avere quando è neonato.

Quando il rialzo febbrile si verifica in un bambino che ha più di sei mesi, la situazione perde un po’ di quel carattere di urgenza che poteva avere da lattante. Tuttavia in che cosa si traduce questa “perdita di urgenza” in termini pratici? Quali sono i comportamenti corretti che devono mantenere i genitori in caso di malessere e rialzo febbrile, superati i 180 giorni di vita? Queste domande sono assolutamente lecite poiché le linee guida, che offrono indicazioni stringenti e precise per i primi sei mesi, divengono in seguito meno assertive e lasciano dunque un margine di incertezza maggiore.

Scarica il nostro approfondimento speciale La gestione della febbre dopo i 6 mesi di età per scoprire qual è il giusto approccio nei confronti dei rialzi febbrili dai 6 ai 24 mesi.

Scarica anche il nostro approfondimento speciale su La febbre nei lattanti e quello su Il sistema immunitario

Altri Articoli da "Consigli"